WEP – WATER EXERCISE PROGRAM – RIEDUCAZIONE A TERRA E IN ACQUA

IL gruppo WEP nasce dal 2000 operando all’inizio principalmente nell’ambito della riabilitazione e rieducazione funzionale in acqua. Il nome stesso, acronimo di Water Exercise Program, richiama il concetto di programmazione mirata e professionale tramite un percorso di cura sviluppato grazie alle qualità terapeutiche dell’ambiente acquatico.

Attualmente il centro vanta operatori e collaboratori, tutti qualificati e di comprovata professionalità ed è in grado di offrire, oltre ai programmi specifici in acqua, anche trattamenti mirati fuori dall’ambiente acquatico, in ambito fisioterapico ed osteopatico, terapeutico e funzionale presso i due ambulatori di Ancona in via Russi 42/A, e a Chiaravalle, dove è possibile avviare percorsi personalizzati rivolti sia ad atleti che a pazienti.

ATTIVITÀ IN ACQUA
DI GRUPPO ED INDIVIDUALE

SCOPRI DI PIU’

ATTIVITÀ IN PALESTRA
INDIVIDUALE

SCOPRI DI PIU’

ATTIVITÀ IN PALESTRA
A PICCOLI GRUPPI

SCOPRI DI PIU’

PREPARTO E
NEONATALE

SCOPRI DI PIU’


ATTIVITÀ IN ACQUA DI GRUPPO ED INDIVIDUALE

  • AQUANTALGICA: ATTIVITÀ DI GRUPPO
  • RIABILITAZIONE IN ACQUA: ATTIVITÀ INDIVIDUALE O IN PICCOLI GRUPPI, PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO
AQUANTALGICA: ATTIVITÀ DI GRUPPO

È un’attività motoria di gruppo che può essere svolta sia in acqua profonda (180 cm) sia in acqua media (70-110 cm) rivolta a soggetti sani o che presentano problematiche in via di risoluzione (dolori articolari, irrigidimenti muscolari) o patologie croniche (artrosi, osteoporosi e forme reumatiche di grado medio e lieve, etc.) per le quali svolge il ruolo di mantenimento delle capacità residue e previene le recidive.

Lo scarico gravitazionale offerto dall’acqua, permette di lavorare in sicurezza, aiutando ad eseguire una vasta gamma di esercizi, che a terra risulterebbero troppo gravosi per rachide e articolazioni. Migliora l’equilibrio, la respirazione, la coordinazione, la capacità cardiocircolatoria e forza fisica. Ha il ruolo di coaudivare la fase post riabilitativa, ma è anche un atto molto importante nella prevenzione di stati dolorosi di varia natura.

RIABILITAZIONE IN ACQUA: ATTIVITÀ INDIVIDUALE O IN PICCOLI GRUPPI, PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO

Il gruppo WEP è specializzato in “Idrochinesi”, metodica di riabilitazione di carattere globale, che mira al recupero motorio, psicologico/emotivo e neurosensoriale della persona, sfruttando l’integrazione perfetta tra i vantaggi dell’acqua (riduzione del carico parziale o totale, facilità nell’esecuzione dei gesti, azione decongestionante del sistema linfatico e venoso) e quelle terapeutiche del movimento.

La riabilitazione in acqua è utile nel pre e post intervento ortopedico, in caso di irrigidimenti articolari/muscolari che portano a difficoltà di movimento o dolori che vanno a limitare le attività di vita quotidiana, dopo periodi di immobilizzazione (gesso, busto, permanenza a letto,etc) per migliorare la capacità fisica generale (in ambito neuromotorio, circolatorio e cardio-respiratorio), per soggetti con problematiche di recupero (sciatalgia, scoliosi, ipercifosi, iperlordosi, scivolamento vertebrale,etc), ma anche per tutti quei soggetti che hanno bisogno di mantenersi attivi senza andare a sovraccaricare le articolazioni, come potrebbe fare un percorso riabilitativo a terra.

L’acqua, sostenendo gran parte del peso del corpo, favorisce un corretto lavoro muscolare, ha un’azione antalgica e miorilassante, non sovraccarica le articolazioni e induce un benessere psicofisico. Permette inoltre di anticipare i tempi della riabilitazione, sia quando non sia concesso il carico sia in situazioni di dolore, in modo da accelerare l’attività di riabilitazione e rieducazione, con la possibilità di integrarla con la Fisioterapia a terra, l’Osteopatia e la Naturopatia. La riabilitazione in acqua è un percorso che si svolge attraverso trattamenti individuali eseguiti da Fisioterapista specializzato, o in piccoli gruppi (corso chiamato Aquantalgica). Il nostro personale, in seguito ad una valutazione iniziale, saprà consigliare e guidare il paziente verso l’attività più adatta al bisogno specifico di quel momento.


ATTIVITÀ IN PALESTRA INDIVIDUALE

  • FISIOTERAPIA
  • OSTEOPATIA
  • OSTEOPATIA BIODINAMICA
  • OSTEOPATIA NEONATALE
  • MASSAGGIO SPORTIVO E TAPING
  • TECAR TERAPIA
  • RIEDUCAZIONE POSTURALE SECONDO MEZIERES
FISIOTERAPIA

Primo tra i trattamenti manuali offerti dal centro, la fisioterapia si occupa di identificare e massimizzare la qualità della vita del paziente tramite interventi che mirano a sviluppare, mantenere o recuperare il movimento e le funzionalità in ambito sia neuro-muscolo-scheletrico che posturale. La fisioterapia interviene in quelle circostanze in cui, a causa di un trauma, una malattia, o fattori ambientali e climatici, il benessere fisico, psicologico o emozionale del paziente è compromesso.

Gli operatori WEP operano entro le sfere della promozione, prevenzione, trattamento, abilitazione e riabilitazione, senza l’utilizzo di strumentazioni tecniche ma esclusivamente con trattamenti manuali, quali tecniche miofasciali, linfodrenaggio, rieducazione posturale globale, mobilizzazioni articolari, esercizi specifici di rinforzo dei muscoli deficitari, etc. I nostri fisioterapisti saranno in grado, dopo aver individuato il disturbo e aver improntato un percorso di cura specifico e personale, di seguirvi nel recupero di una maggior qualità di vita senza algie o limitazioni funzionali.

OSTEOPATIA

L’Osteopatia è una metodica di terapia manuale non convenzionale, che si basa sul contatto manuale, per la valutazione, la diagnosi ed il trattamento di diverse patologie. Si tratta di una forma di cura incentrata sulla salute della persona piuttosto che sulla malattia: si avvale, cioè, di un approccio che va alla ricerca dell’origine del sintomo e non si ferma al sintomo stesso; spesso infatti la causa del problema trova la sua locazione lontano dalla zona dolorosa. Poiché in Osteopatia si ha una visione di interdipendenza dei vari apparati del corpo, è valida l’idea che un problema dell’apparato muscolo scheletrico crei difficoltà di funzionamento agli organi o visceri ed anche il contrario, cioè un problema organico-viscerale può provocare dei dolori di tipo muscolo-scheletrico.

L’Osteopatia, grazie ai principi d’interdipendenza su cui si basa, in cui il corpo possiede al suo interno processi di autoguarigione che si attivano ogni qual volta sia necessario ristabilire un equilibrio, interviene su persone di tutte le età, dal neonato all’anziano, dalla donna in gravidanza allo sportivo professionista. Si rivela efficace in diversi disturbi come: cervicalgie, lombalgie, sciatalgie, artrosi, discopatie, cefalee, dolori articolari e muscolari da traumi e non, alterazioni dell’equilibrio, nevralgie, stanchezza cronica, affezioni congestizie come otiti, sinusiti, disturbi ginecologici e digestivi e disequilibri del sistema nervoso centrale e periferico, etc. L’osteopatia Biodinamica è quella specializzazione dell’osteopatia che si basa sul principio di questa disciplina, per cui il corpo ha la capacità di auto guarigione. Quando siamo embrioni intervengono su di noi forze creatrici di nuovi organi e strutture e che permangono nell’adulto come forze riparatrici.

La parte fluida del nostro corpo (linfa, liquido all’interno delle articolazioni e degli occhi, liquor cefalo rachidiano che si trova attorno al cervello e al midollo spinale etc.) è in movimento perenne e subisce delle oscillazioni, la sua fluttuazione si trasmette a tutti i tessuti e diventa percepibile a livello osseo, per la mano addestrata dell’osteopata. Questa micro mobilità è stata studiata e registrata con apparecchiature da ricercatori osteopati e non, già da molti anni. Le tecniche di biodinamica si basano sull’utilizzo di questo principio vitale a fini diagnostici e terapeutici. In biodinamica il terapeuta, attraverso una fine palpazione, percepisce le informazioni che provengono dal paziente, in una seconda fase sostiene e guida la correzione delle disfunzioni che si sono realizzate nel corpo.

La vera potenza di queste tecnica è che le correzioni non provengono dall’esterno, come se fossero dei cerotti applicati su ferite, ma è il corpo stesso che si trasforma e rigenera il tessuto. Il corpo va incontro a veri e propri fenomeni di ”rimodellamento” che partono dall’interno. I trattamenti di biodinamica, a differenza di altri tipi di manipolazioni, non hanno alcun tipo di controindicazione. Possono essere effettuati su tutti: dai neonati agli anziani, anche in pazienti affetti da patologie severe e in gravi condizioni di salute, nel caso di osteoporosi, fratture etc. e sono indicatissime nei casi acuti e anche in caso di dolori cronici non più alleviabili da farmaci. Possono migliorare patologie del sistema immunitario ed endocrino e sostenere nella risoluzione, stati di stress ed esaurimento fisico e mentale.

OSTEOPATIA BIODINAMICA

È indiscutibile che in Medicina, un po’ come in un’orchestra,  ci si possa avvalere di un ampio ventaglio di strumenti per raggiungere scopi sempre più complessi ed evoluti nella Cura e nella Prevenzione. La Salute rappresenta l’armonica integrazione di tutti i sitemi che si riuniscono nel Vivente e garantiscono l’integrità della sua Essenza. Salute, che, in alcuni momenti chiede aiuto a quell’orchestra, che attraverso l’integrazione di tutte le conoscenze, permette ai sistemi organici di tornare a dialogare esprimendosi al ritmo della Salute, appunto. La medicina Osteopatica si esprime a servizio di “Corpo”, “Forze vitali” e “Mind” Mente, può essere definita rispettivamente come Osteopatia Biomeccanica, Biocinetica e Biodinamica, dove non possiamo dimenticare che il suffisso “bio” significa “vita”. L’osteopatia biodinamica è uno dei modelli dell’osteopatia, che utilizza un approccio ai tessuti non manipolativo. Per questo, ha caratteristica di alta protezione nei confronti dei tessuti, diventando così strumento d’elezione nei casi in cui la persona non possa subire una manipolazione franca del suo corpo, perché si trova immerso in un processo riparativo per esempio (esito di fratture o interventi chirurgici) o perché la sua età prevede particolare cautela (gestante, neonato, anziano). Essa non si concentra sulla disfunzione che impedisce la guarigione, ma piuttosto sulla Salute che rimane sempre presente (anche se nascosta) nei tessuti interessati  dall’evento, che ha portato la perdita temporanea della loro compliance funzionale. La comunicazione delle informazioni da un punto all’altro dell’organismo è essenziale nel garantire la Salute attraverso il principio dell’omeostasi, a condizione però che la continuità di tessuti e/o il loro funzionamento non siano danneggiati. Se, infatti, le informazioni che viaggiano all’interno delle ossa, fasce connettivali, muscoli, tessuto nervoso, mucose, sangue, linfa etc… non riescono a raggiungere la loro destinazione (ad esempio a seguito di traumi, cicatrici, malattie infiammatorie, eventi emozionali traumatici etc) si verifica una disfunzione, dovuta all’impossibilità dell’organismo di mantenere il proprio equilibrio. Proprio grazie all’osteopatia, che considera  il corpo e la mente un tutt’uno, è possibile trovare una soluzione a questa mancanza di continuità e ripristinare il benessere di tutto l’essere vivente. Per dirla con A.T.Still: “ Perché non mettersi a servizio di quella Conoscenza che ha autentico potere e volontà piuttosto che applicare tecniche alla cieca dettate da conoscenze relative e personali?”

OSTEOPATIA NEONATALE

Perché trattare precocemente un neonato con l’osteopatia? Ed eventualmente quanto precocemente? Il tocco dolce dell’osteopata concede di eseguire un vero atto di prevenzione primaria, in un momento estremamente delicato della vita di un essere umano. Il momento del parto è peculiare quanto rocambolesco ed in questa fase, molto spesso, i tessuti muscolari ed ossei vengono aggrediti e stressati. Su tessuti della consistenza della carta pesta o poco più, si determina uno shock che impedisce loro di “funzionare” adeguatamente e di creare così le basi per problematiche che potranno rendere difficile la qualità della vita del bambino e dei suoi genitori. Coliche, difficoltà di suzione, problematiche legate al ritmo sonno/veglia e, più avanti nel tempo, scoliosi, problemi di coordinazione, di visione, di masticazione, di attenzione etc… Un’azione precoce, fin dai primi giorni dopo il parto, può ridurre fino ad eliminare del tutto i problemi e la loro origine. Essere tempestivi impedisce al trauma di fissarsi ai tessuti, ancora in divenire, e di realizzare al meglio tutto il loro potenziale!

MASSAGGIO SPORTIVO E TAPING

Le conoscenze e le competenze degli esperti del centro sono applicate in ambito sportivo, per qualsiasi fascia d’età e livello agonistico in cui ci si trovi a competere. In particolare, con il massaggio sportivo s’interviene sia nella fase pre che post gara con trattamenti finalizzati a migliorare la qualità dei tessuti quali fasce, muscoli e tendini soprattutto per quei distretti particolarmente interessati dalla prestazione fisica altamente specializzata. Le tecniche manuali applicate, aiutano a manipolare in modo efficace i tessuti stressati, ristabilendo la fisiologica elasticità, decongestionando e rilassando gli stessi e quindi prevenendo eventuali infortuni. I benefici del massaggio sono anche a carico del riequilibrio del sistema nervoso autonomo e ciò porta a una riduzione dello stress e stati d’ansia, a cui spesso l’atleta è sottoposto.

Grazie ai nostri esperti, nel centro è anche possibile praticare il Taping sportivo: tecnica che prevede l’apposizione di cerotti, la cui particolare applicazione ha il compito di riequilibrare gli effetti di un muscolo sovraccarico, attenuandone il dolore e accelerando così la ripresa dell’attività sportiva.

TECAR TERAPIA

La tecar terapia è una forma di terapia fisica che si basta sull’utilizzo dell’energia elettromagnetica (in particolare nello spettro delle radiofrequenze). Il percorso della corrente ad alta frequenza da un elettrodo all’altro, genera un campo elettromagnetico capacitivo o resistivo che produce calore e che consente numerose applicazioni terapeutiche. I risultati principali sono dovuti al fatto che:

  • La vasodilatazione indotta dal calore aumenta lo scambio di sostanze con conseguente drenaggio dell’area infiammata e un afflusso di cellule riparative.
  • La stimolazione della produzione di endorfine
  • La bio-stimolazione dei tessuti

Gli effetti benefici della terapia TECAR sono principalmente utilizzati nella terapia fisica, nella riabilitazione e nella gestione del dolore:

  • Lividi e distorsioni
  • Riabilitazione post-operatoria
  • Traumi sportivi
  • Disturbi muscolari e tendinei
  • Neuropatie
  • Trattamento dei tessuti cicatriziali
RIEDUCAZIONE POSTURALE SECONDO MEZIERES

Il Metodo Mezieres è una tecnica riabilitativa individuale, ad approccio globale posturale che, attraverso il ripristino della simmetria corporea, determina il recupero funzionale. Dopo una seduta di valutazione, si cerca di individuare le cause del sintomo (conflitti meccanici articolari) determinate dal progressivo accorciamento asimmetrico dei muscoli agenti sui segmenti articolari stessi. La posturale agisce sulle articolazioni attraverso il riequilibrio delle forze muscolari. Il riequilibrio avviene attraverso la diminuzione della rigidità/accorciamento muscolare e attraverso l’aumento della capacità di Lavoro del sistema mio-fasciale. Durante la seduta Mezieres il paziente svolge un ruolo attivo nell’esecuzione degli esercizi proposti dal terapeuta. In questo modo ha funzione determinante nella risoluzione delle problematiche. Il ruolo del terapeuta Mezieres è quello di individuare le cause che sostengono il sintomo riferito dal paziente ed individuare gli specifici esercizi personalizzati e finalizzati alla risoluzione dello stesso. Nel far ciò utilizzerà anche tecniche manuali passive. La terapia è organizzata in un ciclo di trattamenti individuali, differenziati in funzione delle esigenze terapeutiche e delle caratteristiche del soggetto.


ATTIVITÀ IN PALESTRA A PICCOLI GRUPPI

  • SOFT GYM
  • PILATES
  • FIT PILATES
  • FUNCTIONAL TRAINING
  • LA SALUTE DI ADDOME E PERINEO
SOFT GYM

È finalizzata ad alleviare, prevenire e contenere dolori di origine muscolare ed articolare. Adatta sia a donne che a uomini di media età. È una disciplina che si basa su movimenti dolci, finalizzati al miglioramento della postura e alla prevenzione di sintomi che disturbano la normale funzionalità della struttura fisica.

PILATES

Il metodo Pilates è un complesso di esercitazioni fisiche attive, che insegna a percepire ed assumere una corretta postura e riconquistare così maggiore armonia e fluidità nei movimenti. L’attività è pensata e calibrata per tutte le età. Utile per il mantenimento del benessere fisico, accompagna il lavoro propriamente rieducativo, alla cura e alla prevenzione di problematiche della colonna vertebrale e conserva al meglio le abilità residue dopo traumi o le recidive di problematiche croniche. Le diverse sessioni hanno l’obiettivo di migliorare molti aspetti della forma fisica: mobilità articolare, flessibilità, capacità coordinative, equilibrio, propriocezione, controllo del corpo, corretta attivazione muscolare e lavoro di stabilizzazione dei muscoli posturali per aiutare a mantenere un corretto bilanciamento e supporto alla colonna vertebrale.

FIT PILATES

Workout completo che unisce movimenti tipici del Pilates e attività aerobica. È un programma di allenamento dinamico in cui si lavora sul corpo in maniera globale favorendo la fluidità dei movimenti e mantenendo un’intensità medio-alta del ritmo. Gli obiettivi sono: migliorare la postura; sviluppare la forza muscolare; ottenere una maggiore stabilità e flessibilità. La salute di addome e perineo: come allenarsi a livello addominale in presenza di diastasi e come agire a scopo preventivo o rieducativo a livello di perineo. Quali esercizi evitare e come utilizzare correttamente muscoli addominali e pelvici nella vita di tutti i giorni.

FUNCTIONAL TRAINING

È un nuovo concetto di allenamento finalizzato alla conoscenza del proprio corpo ed alla capacità di utilizzarlo al meglio e in maniera naturale. Si differenzia dall’esercizio analitico perché rivolto al miglioramento della condizione fisica generale sviluppando il corpo in maniera globale. Elemento fondamentale e costante è l’allenamento dei muscoli stabilizzatori. Il lavoro si svolge prevalentemente a corpo libero o utilizzando attrezzature non meccaniche come trx, fitball, elastici, palle mediche.

Ogni allenamento sarà sempre accompagnato da esercizi di stretching dinamico e statico, prima e dopo, per migliorare flessibilità ed elasticità a livello muscolo scheletrico fondamentali per ottenere massima fluidità e precisione nei movimenti più intensi e complessi. Importante anche per prevenire infortuni e favorire un miglior recupero post allenamento.

LA SALUTE DI ADDOME E PERINEO

Come allenarsi a livello addominale in presenza di diastasi e come agire a scopo preventivo o rieducativo a livello di perineo. Quali esercizi evitare e come utilizzare correttamente muscoli addominali e pelvici nella vita di tutti i giorni.


PREPARTO E NEONATALE

  • PREPARTO H2O: CORSO IN ACQUA
  • OSTEOPATIA NEONATALE: SEDUTE INDIVIDUALI
  • ACQUATICITÀ NEONATALE: ATTIVITÀ IN PICCOLI GRUPPI
PREPARTO H2O: CORSO IN ACQUA

È un’attività di media intensità, il cui obiettivo è quello di generare benessere psico-fisico nelle gestanti, sfruttando i benefici dell’acqua come lo scarico gravitazionale e la stimolazione vascolare. Vengono proposti esercizi di tonificazione, nuoto, respirazione, allungamento, coordinazione, allo scopo di accompagnare le future mamme ad affrontare in modo piacevole e sereno la gravidanza e il parto.

OSTEOPATIA NEONATALE: SEDUTE INDIVIDUALI

Perché trattare precocemente un neonato con l’osteopatia? Ed eventualmente quanto precocemente? Il tocco dolce dell’osteopata concede di eseguire un vero atto di prevenzione primaria, in un momento estremamente delicato della vita di un essere umano. Il momento del parto è peculiare quanto rocambolesco ed in questa fase, molto spesso, i tessuti muscolari ed ossei vengono aggrediti e stressati. Su tessuti della consistenza della carta pesta o poco più, si determina uno shock che impedisce loro di “funzionare” adeguatamente e di creare così le basi per problematiche che potranno rendere difficile la qualità della vita del bambino e dei suoi genitori. Coliche, difficoltà di suzione, problematiche legate al ritmo sonno/veglia e, più avanti nel tempo, scoliosi, problemi di coordinazione, di visione, di masticazione, di attenzione etc… Un’azione precoce, fin dai primi giorni dopo il parto, può ridurre fino ad eliminare del tutto i problemi e la loro origine. Essere tempestivi impedisce al trauma di fissarsi ai tessuti, ancora in divenire, e di realizzare al meglio tutto il loro potenziale!

ACQUATICITÀ NEONATALE: ATTIVITÀ IN PICCOLI GRUPPI

È un’esperienza motoria diversificata attraverso la quale il neonato ritrova il contatto con l’ambiente liquido a lui familiare dove ha trascorso i primi mesi di vita. L’esperienza motoria in acqua dona al bambino benefici sul piano: psicofisico (rafforzamento del sistema circolatorio e respiratorio, del sistema immunitario, dell’apparato scheletrico e miglioramento della coordinazione), cognitivo (attraverso diversificati stimoli sensoriali e proposte di attività logiche e ludiche), affettivo-relazionale (maggiore percezione del proprio corpo, possibilità di confrontarsi con le proprie paure e superarle, acquisizione di fiducia in sé e nelle proprie capacità).

Migliora la qualità del sonno e ne favorisce il rilassamento. È un momento di socializzazione e condivisione di giochi con altri bambini; per i genitori è invece un’occasione di confronto costruttivo e di condivisione delle proprie esperienze, volti a ridurre eventuali ansie ed insicurezze che la vita genitoriale comporta. Attraverso un’esperienza ludica, il corso di acquaticità neonatale, favorisce nel bambino l’apprendimento spontaneo del processo natatorio facilitando il neonato a compiere azioni sempre più complesse ed elaborate finalizzate al raggiungimento di una completa autonomia acquatica.